Asana

Vrksasana Asana dell’Albero

Inizio dicendo che Amo quest’ Asana alla follia, è una delle primissime posizioni che ci insegnano frequentando una classe Yoga; l’albero è associato anche alla simbologia, rappresentato in molte culture.

È il Simbolo della Vita.

Immaginiamo un albero, con le sue radici nella terra, il tronco simboleggia l’allungamento verso il cielo, i suoi rami l’espansione verso l’esterno nel l’elemento aria; possiamo paragonarlo veramente ai cicli della nostra Vita.

VRKSASANA

In sanscrito,

vrksa significa “albero” e

asana “posizione”

può essere tradotta letteralmente come

“la posizione dell’albero”.

Esecuzione di VRKSASANA

L’Asana Vrksasana lavora sui due aspetti energetici del corpo, il lato destro e sinistro associati ai principi dello yin, femminile, lunare e quello yang, maschile, solare. È veramente importante mantenere la posizione per gli stessi respiri una volta entrati nell’ Asana per bilanciare entrambe le parti, yin e yang.

Iniziamo posizionandoci sul nostro tappetino in Tadasana.

Spostiamo il nostro peso sul piede sinistro, ascoltando e sentendo la nostra pianta del piede ben radicata a terra. Iniziamo a piegare il ginocchio destro e cominciamo un po’ a giocare con il nostro equilibrio portando il tallone destro al di sopra dei malleoli, una volta trovata la stabilità possiamo decidere se portare la pianta del piede sul polpaccio o all’interno della coscia, ( mai sul ginocchio, rischieremo di farci male!) se il nostro corpo ce lo permette senza mai forzarci, possiamo posizionare il tallone destro al livello del perineo e le dita direzionate verso il basso.

Sentiamo se il nostro bacino sia direzionato in avanti e con le anche parallele a terra.

Portiamo la coda tra le gambe per proteggere la zona lombare.

Una volta stabilito l’equilibrio con le nostre gambe, possiamo unire i palmi delle mani tra loro e portarli davanti al cuore, in Anjali Mudra, possiamo anche sollevare le braccia al di sopra della testa e/o mantenere i palmi uniti con le dita che puntano in alto o “giocare” un po’ in questa posizione ( come nella foto 😉).

Ricordiamo sempre di guardare in un punto preciso in basso davanti a noi sul pavimento.

Per uscire dal Asana, accompagniamo le mani ai fianchi, riportiamo con controllo e lentamente il piede destro a terra e torna alla posizione di Tadasana.

Ripetiamo dall’altra parte.

Benefici

Praticare la posizione dell’albero rende elastiche le articolazioni (anca e ginocchio); corregge le posizioni scorrette della schiena; migliora l’equilibrio, fisico, ma anche mentale è , una posizione per tenere in controllo l’ansia, lo stress le tensioni nervose; tonifica l’apparato respiratorio e massaggia lievemente il cuore.

Controindicazioni

Non è adatta a chi soffre vertigini.

Allora tutti sul tappetino a praticare VRKSASANA

Namasté

Elena

Beginning by saying that I love this Asana to madness, it is one of the very first positions that teach us by attending a Yoga class; the tree is also associated with symbology, represented in many cultures.

It is the Symbol of Life.

Imagine a tree, with its roots in the earth, the trunk symbolizes the lengthening towards the sky, its branches expanding outwards in the air element; we can really compare it to the cycles of our life.

Vrksasana

In Sanskrit,

vrksa means “tree” and asana “position”, therefore this pose can be translated literally as “the position of the tree”.

BUT HOW DOES VRKSASANA

The Asana Vrksasana works on the two energetic aspects of the body, the left and right side associated with the principles of yin, feminine, lunar and yang, masculine, solar. It is really important to maintain the position for the same breaths once you enter the Asana to balance both sides, yin and yang.

* We start by positioning ourselves on our mat in Tadasana.

* We shift our weight on the left foot, listening and feeling our foot plant well rooted to the ground. We begin to bend the right knee and begin to play with our balance by bringing the right heel above the malleoli, once stability is found we can decide whether to bring the sole of the foot on the calf or inside the thigh, ( never on the knee, we will risk hurting ourselves!) if our body allows it without ever forcing us, we can place the right heel at the level of the perineum and the fingers directed downwards.

* We feel if our pelvis is directed forward and with the hips parallel to the ground.

* We bring the tail between the legs to protect the lower back.

* Once the balance is established with our legs, we can join the palms of the hands together and bring them in front of the heart, in Anjali Mudra, we can also raise the arms above the head and / or keep the palms together with the fingers that point up or “play” a little in this position (as in picture 😉).

* We always remember to look at a specific point below in front of us on the floor.

* To get out of the Asana, we accompany the hands to the hips, we bring back with control and slowly the right foot on the ground and return to the position of Tadasana.

* We repeat on the other side.

Benefits

Practicing the position of the tree makes the joints (hip and knee) elastic; corrects incorrect back positions; improves balance, physical, but also mental, a position to control anxiety, stress and nervous tensions; tones the respiratory system and gently massages the heart.

Contraindications

It is not suitable for those who suffer from vertigo.

Then everyone on the mat to practice VRKSASANA

Namasté

Elena

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *