Asana Filosofia

Gli 8 Anga..Iniziamo con Yama

Quando iniziamo un “percorso” yogico, prima o poi sentiamo parlare degli 8 anga o “Ashtanga”; letteralmente in sanscrito significa 8, questo numero fa riferimento agli 8 rami dello Yoga descritti da Patañjali negli Yoga Sutra.

Ma quali sono questi 8 Anga?

•Yama

•Niyama

•Asana

•Pranayama

•Pratyahara

•Dharana

•Dhyana

•Samadhi

Ma osserviamo più attentamente gli Yama.

Yama deriva dalla radice yam che significa controllo, si riferisce al comportamento del praticante, sono principi etici che permettono all’allievo yogi di migliorarsi, di essere consapevole con ogni essere vivente e con la natura che è intorno.

Gli Yama sono 5:

1-Ahimsa

2-Satya

3-Asteya

4-Brahmacharya

5-Aparigraha

Ahimsa letteralmente Non-Violenza, non fare del male a gli altri; questo principio non riguarda solo il livello fisico, ma il Non fare del Male a gli altri anche verbalmente, a volte fa male più una parola che una pugnalata nella schiena, il non fare del male con dei comportamenti sbagliati, sarebbe consigliato mettere in pratica questo insegnamento anche nel mangiare, ecco perché gran parte delle persone che praticano lo Yoga è vegetariano/vegano; il fatto di non mangiare carne e pesce, deriva dalla sofferenza provocata nell’uccidere “l’essere vivente”…

Satya una sola parola: Verità.

Essere sinceri nelle nostre parole, nei comportamenti, nelle azioni.

Asteya onestà, non rubare.

Brahmacharya letteralmente venerare l’Assoluto

Aparigraha condurre una vita semplice, utilizzare e prendere solo le cose essenziali. Il non attaccamento alle cose materiali, ci fa vivere meglio, noi siamo nati nudi, dobbiamo ricordarlo!

mantenere un comportamento modesto ed onesto, ci semplifica la vita. Chi ha poco e ha bisogno di poco, non ha molte preoccupazioni!

Sono dei bellissimi consigli, che tutti noi possiamo osservare per migliorarci e migliorare la nostra vita quotidiana, connettendosi con noi stessi, la nostra vita migliorerà giorno dopo giorno.

“Essere luminosi nei pensieri e negli atti, essere in pace con il nostro vivere, senza desiderare questa o quella cosa, imparare a conoscersi e ad agire nel movimento della vita, queste sono le regole di vita che propone lo Yoga.”

Yoga Sutra

Buon inizio di Ashtanga

Namasté

Elena


When we begin a yogic “path”, sooner or later we hear about the 8 anga or “Ashtanga”; literally in Sanskrit it means 8, this number refers to the 8 branches of Yoga described by Patañjali in the Yoga Sutras.

But what are these 8 Angas?

• Yama

• Niyama

• Asana

• Pranayama

• Pratyahara

• Dharana

• Dhyana

• Samadhi

But let’s look more closely at the Yama.

Yama derives from the root yam which means control, refers to the behavior of the practitioner, are ethical principles that allow the yogi student to improve himself, to be aware with every living being and with the nature that is around.

The Yamas are 5:

1-Ahimsa

2-Satya

3-Asteya

4-Brahmacharya

5-Aparigraha

Ahimsa literally Non-Violence, do not harm others; this principle does not only concern the physical level, but the Do not do evil to others also verbally, sometimes it hurts more a word than a stab in the back, not doing wrong with wrong behavior, it would be recommended to put into practice this I also teach in eating, which is why most of the people who practice Yoga are vegetarian / vegan; the fact of not eating meat and fish, derives from the suffering caused by killing “the living being” …

Satya one word: Truth.

Be sincere in our words, behavior, actions.

Asteya honesty, do not steal.

Brahmacharya literally venerate the Absolute

Aparigraha lead a simple life, use and take only the essential things. The non-attachment to material things, makes us live better, we are born naked, we must remember it!

keep a modest and honest behavior, it simplifies our life. Who has little and needs little, does not have many worries!

They are beautiful advice, which we can all observe to improve ourselves and improve our daily lives, connecting with ourselves, our life will improve day by day.

“To be luminous in thoughts and deeds, to be at peace with our life, without desiring this or that thing, to learn to know each other and to act in the movement of life, these are the rules of life that Yoga proposes.”

Yoga Sutra

Good start of Ashtanga

Namasté

Elena

You may also like...

4 Comments

  1. […] essere definito sia come un aspetto esterno ed interno a noi, ( per esterno intendo i primi 4 Anga, Yama, Niyama, Asana e Pranayama, con interno Dharana, Dhyana e il […]

  2. […] ( Qui potete trovare gli articoli precedenti su 8 Anga) […]

  3. […] percorso degli Gli 8 Anga per scoprire i principi dello Yoga continua con Dharana…questo sentiero intrapreso, ci ha […]

  4. […] scelta di Alimentazione ha fondamenta antichissime. In questo articolo, spiego il primo Anga, Yama, che si riferisce al comportamento del praticante; possiamo quindi definirli come principi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *