Alimentazione Asana Filosofia

Yoga e Dieta Vegetariana

Molte volte, parlando con i miei amici o persone che mi chiedono informazioni sullo Yoga, andiamo a parlare della mia dieta Vegetariana, molte non riescono a capire la mia scelta in correlazione con lo Yoga .

Quando iniziamo questo percorso, pensiamo che lo Yoga sia solo l’esecuzione di Asana, (posizioni) e tutto finisce lì; beh non è proprio così. Come ho sempre detto lo Yoga è un meraviglioso mondo che va sempre studiato e mai e dico mai, bisogna soffermarsi solo sull’aspetto degli Asana che sono solo una delle pratiche dello Yoga, quella più conosciuta.

Studiando e analizzando più in profondità gli 8 Anga indicati da Patañjali, ci rendiamo conto che questa scelta di Alimentazione ha fondamenta antichissime. In questo articolo, spiego il primo Anga, Yama, che si riferisce al comportamento del praticante; possiamo quindi definirli come principi etici.

Gli Yama sono 5:

1-Ahimsa

2-Satya

3-Asteya

4-Brahmacharya

5-Aparigraha

Soffermiamoci su Ahimsa.

Letteralmente significa Non-Violenza, non fare del male a gli altri; questo principio non riguarda solo il livello fisico, ma il Non fare del Male a gli altri anche verbalmente, il non fare del male con dei comportamenti sbagliati, sarebbe consigliato mettere in pratica questo insegnamento anche nel mangiare, ecco perché gran parte delle persone che praticano lo Yoga è vegetariano/vegano; il fatto di non mangiare carne e pesce, deriva dalla sofferenza provocata nell’uccidere “l’essere vivente”…

Riflettendo su quanto scritto sopra, come possiamo cibarci di creature, a cui rechiamo sofferenza?

Quando mangiamo carne, noi prendiamo Himsa, la violenza che è “necessaria” per uccidere un animale; quella creatura ha sofferto, ha gridato, lottato per rimanere in vita; non ci rendiamo conto, mangiando, che siamo causa di dolore per quell’essere. Secondo lo Yoga, noi non assimiliamo soltanto le proteine, ma ci cibiamo anche della paura, della sofferenza, della violenza che quell’ animale ha subito prima della morte.

Molti di noi non pensano a quante atrocità ci siano dietro all’industria alimentare.

Siamo tutti essere viventi e tutti Noi meritiamo di vivere. In quest’epoca ci sono molti alimenti di origine vegetale che ci permettono il giusto apporto proteico, allora soffermiamoci un attimo a pensare.

La scelta di diventare Vegetariani deve venire dal nostro essere più profondo, non sono qui a dire:

“ Da oggi dobbiamo diventare Vegetariani!” perché non sarebbe giusto, ogni persona è libera di pensare ed agire nel miglior modo. Questo articolo l’ho scritto solo per approfondire il perché del l’essere Vegetariana e per mettere un piccolo Seme all’interno di chi leggerà.

Spero di non esser stata brusca nella stesura di queste righe, ma spero vivamente che cogliate questo Seme nel miglior dei modi.

Namasté

Elena

Ringrazio ReYoga

Yoga and Vegetarian Diet

Many times, talking to my friends or people asking for information on Yoga, let’s talk about my vegetarian diet, many can not understand my choice in correlation with Yoga.

When we start this path, we think that Yoga is just the execution of Asana, (positions) and everything ends there; Well it’s not like that. As I have always said Yoga is a wonderful world that must always be studied and never and never say, we must focus only on the appearance of Asanas which are only one of the practices of Yoga, the best known.

By studying and analyzing more deeply (the 8 Angas) indicated by Patañjali, we realize that this choice of Nutrition has very ancient foundations. In this article, I explain the first Anga, Yama, which refers to the practitioner’s behavior; we can therefore define them as ethical principles.

The Yamas are 5:

1-Ahimsa

2-Satya

3-Asteya

4-Brahmacharya

5-Aparigraha

Let’s dwell on Ahimsa.

It literally means Non-Violence, do not harm others; this principle does not only concern the physical level, but the Do not do evil to others also verbally, do not do wrong with wrong behavior, it would be recommended to put this teaching into practice also in eating, that’s why most of the people who practice Yoga is vegetarian / vegan; the fact of not eating meat and fish, derives from the suffering caused by killing “the living being” …

Reflecting on what is written above, how can we feed ourselves on creatures, to whom we bear suffering?

When we eat meat, we take Himsa, the violence that is “necessary” to kill an animal; that creature suffered, cried, struggled to stay alive; we do not realize, eating, that we are the cause of pain for that being. According to Yoga, we do not only assimilate proteins, but we also feed on the fear, the suffering, the violence that the animal suffered before death.

Many of us do not think about how many atrocities are behind the food industry.

We are all living beings and we all deserve to live. In this era there are many foods of plant origin that allow us the right protein intake, so let’s pause for a moment to think.

The choice to become vegetarian must come from our deepest being, I’m not here to say:

“From today we must become Vegetarians!” Because it would not be right, every person is free to think and act in the best way. This article I wrote only to deepen the why of the being Vegetarian and to put a small seed within who will read.

I hope I have not been abrupt in the drafting of these lines, but I sincerely hope that you take this Seed in the best way.

Namasté

Elena

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *