Asana Filosofia

La Luna nello Yoga

Già dai tempi antichi, i nostri antenati, prendevano la Luna e le fasi lunari come un punto di riferimento per numerosi aspetti nella vita quotidiana, basti pensare all’orticoltura al giardinaggio, alla semina,alla potatura, al raccolto, al taglio dei capelli, al ciclo mestruale ecc.

Pure Darwin osservò che la donna e l’uomo sono soggetti a questa incredibile e misteriosa legge per la quale certi processi normali quali la gravidanza, la crescita delle piante, il decorso delle malattie, dipendono dai periodi lunari.

Oggigiorno molte persone all avvicinarsi alla luna piena si sentono nervose, molto agitate o sensibili, si possono sentire “lunatiche”.

Nell’ Astrologia Vedica, la Luna rappresenta la mente e influenza le attività mentali ed emotive. L’influenza della Luna si esprime infatti soprattutto sui liquidi dell’organismo e sulla nostra psiche.

Anche nel mondo Scientifico viene riconosciuto che ci sono alcuni influssi che la Luna ha; ad esempio la Luna piena influenza le maree.

I nostri avi, per migliaia di anni hanno adorato la Luna, come elemento, principio femminile ( gli Egizi la raffiguravano come Iside, per i Romani era Diana, nella cultura Vedica Chandra) , così come il Sole, venerato come principio maschile.

In ogni cultura antica, il mondo manifesto, si forma e viene sorretto da un Unione, un Unione tra i principi maschile e femminile che affiancandosi e sostenendosi mantengono in equilibrio tutto.

I “famosi” Yin e Yang, nati nelle filosofie cinesi, spiegano i 2 poli, identificando il Sole con lo yang, maschile, attivo, fecondatore, associato alla luce, al giorno, al caldo, all’estroversione, al fuoco; e la Luna identificata allo yin o principio femminile, ciclica, feconda, ricettiva, legata alle tenebre, alla notte, al freddo, all’introversione e all’elemento acqua.

Nel Mondo dello yoga troviamo l’unione di queste due forze nel termine Hatha Yoga; “yoga” significa “unione“, mentre “Hatha” deriva da “ha” (sole) e “tha” (luna).

Secondo i Testi antichi sullo yoga le energie solari e lunari scorrono nei canali energetici del corpo sottile e sono chiamate rispettivamente Ida e Pingala: queste due Nadi (canali) sono le vie dove scorre il prana,energia vitale, che nutre tutte le parti del corpo.

Pingala termina nella narice destra (parte del corpo a polarità positivo-maschile, analitico, razionale raffigurato nei disegni con un Sole),associata all’energia solare, mentre Ida termina nella narice sinistra (parte del corpo a polarità negativo-femminile, emotivo, creativo, raffigurato con la luna) ed è associata all’energia lunare.

Con Hatha Yoga andremo a creare un equilibrio tra l’energia lunare femminile e quella solare maschile all’interno del corpo fisico e sottile, grazie a tecniche come gli asana e pranayama.

Gli Yogis come ogni essere vivente sono soggetti all’influsso della luna sia su un livello fisico che mentale ed emotivo, la pratica dello yoga è naturalmente influenzata dalle energie lunari e bisogna esserne consapevoli .

Alcune scuola Yoga, sconsigliano di praticare quando vi è la Luna piena, in quanto vi è un elevata presenza di acqua nel corpo, si pensa che stimoli in particolare i sensi e la sensibilità, che diventano più ricettivi, ma rendano la mente agitata e nervosa.

Questa notte/mattina la Luna ci ha regalato uno spettacolo incredibile, con un eclisse, chiamata Super Luna Rossa.

L’eclissi totale di Luna avviene quando il nostro satellite transita completamente attraverso il cono d’ombra prodotto dalla Terra. Il motivo del colore rossastro è da ricercarsi nella luce riflessa dal nostro pianeta sul satellite. Di solito durante le eclissi la Luna ha una luminosità molto più bassa, ma stanotte grazie alla luna piena abbiamo osservato la sua maestosità .

Il nostro satellite si troverà alla sua minima distanza dalla Terra e per questo si mostrerà “più grande e luminosa”. Ecco perché viene anche chiamata la “Super luna Rossa”.

A mio avviso, una pratica ristorativa, come lo Yin Yoga potrebbe tranquillizzare e calmate questi “sbalzi” del nostro Corpo.

Buona Pratica

Namasté

Elena

Moon in Yoga

Since ancient times, our ancestors, took the moon and the moon phases as a reference point for many aspects in everyday life, just think of horticulture to gardening, sowing, pruning, harvesting, cutting hair, to the menstrual cycle etc.

Pure Darwin observed that woman and man are subject to this incredible and mysterious law by which certain normal processes such as pregnancy, plant growth, the course of diseases, depend on lunar periods.

Nowadays many people approaching the full moon feel nervous, very agitated or sensitive, they can feel “lunatic”.

In Vedic astrology, the Moon represents the mind and influences mental and emotional activities. The influence of the Moon is expressed above all on the body’s liquids and on our psyche.

Even in the scientific world it is recognized that there are some influences that the Moon has; for example, the full moon influences the tides.

For thousands of years our ancestors worshiped the Moon as an element, a feminine principle (the Egyptians depicted it as Isis, for the Romans it was Diana, in the Chandra Vedic culture), as well as the Sun, revered as a masculine principle.

In every ancient culture, the manifest world is formed and sustained by a Union, a union between the male and female principles which, by supporting and supporting each other, keep everything in balance.

The “famous” Yin and Yang, born in Chinese philosophies, explain the 2 poles, identifying the Sun with the yang, male, active, fertilizer, associated with light, day, heat, extroversion, fire; and the Moon identified with the yin or feminine principle, cyclical, fruitful, receptive, linked to darkness, night, cold, introversion and the element of water.

In the world of yoga we find the union of these two forces in the term Hatha Yoga; “yoga” means “union”, while “Hatha” derives from “ha” (sun) and “tha” (moon).

According to the ancient texts on yoga the solar and lunar energies flow into the energy channels of the subtle body and are called respectively Ida and Pingala: these two Nadi (channels) are the ways where prana flows, vital energy, which nourishes all parts of the body .

Pingala ends in the right nostril (part of the body with positive-male polarity, analytical, rational depicted in the drawings with a Sun), associated with solar energy, while Ida ends in the left nostril (part of the body with negative polarity-feminine, emotional, creative, depicted with the moon) and is associated with lunar energy.

With Hatha Yoga we will create a balance between the female lunar and the male solar energy within the physical and subtle body, thanks to techniques such as asana and pranayama.

The Yogis like every living being are subject to the influence of the moon on both a physical and mental and emotional level, the practice of yoga is naturally influenced by the lunar energies and one must be aware of it.

Some Yoga schools advise against practicing when there is a full moon, as there is a high presence of water in the body, it is thought that stimulates in particular the senses and sensitivity, which become more receptive, but make the mind agitated and nervous .

This night / morning the Moon gave us an incredible show, with an eclipse, called Super Luna Rossa.

The total eclipse of the Moon occurs when our satellite transits completely through the shadow cone produced by the Earth. The reason for the reddish color is to be found in the light reflected from our planet on the satellite. Usually during the eclipses the Moon has a much lower brightness, but tonight thanks to the full moon we observed its majesty. Good Practice Namasté Elena

Our satellite will be at its minimum distance from the Earth and for this it will show “bigger and brighter”. This is why it is also called the “Super Luna Rossa”.

In my opinion, a restorative practice, like Yin Yoga could calm and calm these “overhangs” of our body.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *